voglio fare un gioco..tutti quanti dobbiamo scrivere i piccoli piaceri della vita che rendono unica la vita..inizio io..

un bicchiere di vino.. il cane che mi fa le coccole quando mi sveglio o torno a casa..il bacio della mia ragazza..un bel film..Paolini che racconta una delle sue storie..il toscanello al caffe che bagna l ‘aroma nel dolciastro sapore di un wiskhie..un bambino che mi sorride..una passeggiata nel paese di mio padre..ascoltare Guccini.. pensare a Pertini che sorride dall’alto assieme a Berlinguer..una telefonata di un amico dopo tanto tempo..leggere un libro in metro..risa e carezze,poi al chiaro di candela leggere un libro in due come insegna Pennac..sentirmi utile in ospedale..fumare un sigaro sulla terrazza dell’ospedale di notte.. leggere sul giornale che si è scoperto cosa è successo a Ustica, a piazza FOntana, nel covo di Riina..aspettare l’arrivo di qualcuno alla stazione..guidare da soli in autostrada..il profumo del pane caldo..il pranzo della domenica con i miei..restare abbracciati la mattina con la mia ragazza senza dover andare al lavoro..vedere persone che adorono il lavoro che fanno..portare il cagnolino a spasso.. il piacere della vittoria della sinistra alle elezioni senza pensare alle liti successive..il gusto dimangiare dopo aver nuotato..

ora provateci voi..un abbraccio grande auguri..